Palermo rimozione eternit

Palermo rimozione eternit

Documentazione tratta dal sito del comune di Palermo.

RIFIUTI. RIPRENDE RIMOZIONE AMIANTO E SFABBRICIDI. (data pubblicazione 31-MAG-13)

Il Comune ha stipulato ieri il contratto per il Servizio di rimozione, trasporto e smaltimento di rifiuti pericolosi in cemento amianto e rifiuti misti di costruzione e demolizione (c.d. sfabbricidi) abbandonati in strade ed aree pubbliche. A svolgere questo servizio nei prossimi mesi sarà la ditta L’Ammiraglia Recuperi Ambientali che ha sottoscritto un contratto di 22.850 euro oltre IVA.

In questo modo l’Amministrazione ha individuato una soluzione tampone, in attesa che il TAR si pronunci su una precedente gare (dell’importo di 170.000 euro) che è in atto sospesa. L’impresa ha avuto immediatamente affidato il servizio e sta quindi già predisponendo (con procedura d’urgenza richieste dall’Amministrazione) il Piano di Lavoro che deve essere obbligatoriamente approvato dall’ASP.

Ottenuto il parere dell’Azienda Sanitaria, si procederà con gli interventi su indicazione del Servizio Ambiente, dando priorità alla rimozione di rifiuti in cemento amianto abbandonati vicino a siti sensibili (es: scuole, ospedali, etc..) o che si trovano in condizioni precarie (es: manufatti frantumati, su sede stradale, …).

‘Con questo contratto – spiega l’Assessore Giuseppe Barbera – saremo in grado di effettuare il servizio per alcuni mesi ed affrontare le emergenze, in attesa che si sblocchi la vicenda burocratica che blocca la gara più complessiva.’

‘Se fosse necessario – conclude Barbera – in fase di approvazione delle manovre finanziarie, proveremo ad individuare altre somme da destinare al servizio, attraverso le procedure previste dalla normativa sugli appalti.’ Si ricorda che tramite la sezione Geoblog del sito Internet del Comune i cittadini possono segnalare la presenza di discariche abusive.

Video in cui si parla del problema amianto a Palermo.

Palermo, l’invasione dell’amianto

Palermo è una città della Sicilia che presenta una concentrazione di coperture in lastre di eternit con amianto e di coibentazioni in amianto friabile presenti negli scantinati di molti edifici avvolte sulle tubazioni degli impianti di riscaldamento.

La normativa regionale, consultabile a questo indirizzo, si prefigge i seguenti obiettivi:

Sospetta presenza di amianto nel suo immobile a Palermo ? che fare?

Per edifici di Palermo costruiti prima del 1994, occorre un po’ più d’attenzione, in caso di ristrutturazione, riparazione o lavori di risanamento è possibile ancor oggi riportare alla luce materiali contenenti amianto. Per questo motivo è fondamentale saper riconoscere i materiali contenenti amianto e sapere come intervenire se si sospetta la presenza di amianto. L’amianto non è ancora scomparso dalle case e dagli appartamenti; se in un edificio è presente del materiale contenente amianto, bisogna adottare adeguate misure per proteggere la salute degli occupanti da un’eventuale contaminazione. L’urgenza di una misura a tutela della salute si valuta sulla base di numerosi fattori per questa ragione, le valutazioni del caso devono essere svolte da personale qualificato e competente.