Bologna rimozione eternit

Bologna rimozione eternit

Documentazione tratta dal sito del comune di Bologna.

La pericolosità dell’amianto per la salute umana deriva dalla sua struttura fibrosa: le fibre, sottilissime, se rilasciate nell’aria possono essere inalate e sono in grado di provocare gravi patologie a carico dell’apparato respiratorio.

Pertanto, a causa dei possibili effetti sulla salute che si manifestano anche a distanza di molti anni dall’esposizione (si possono verificare tempi di latenza di 40 anni), l’estrazione del minerale e la produzione di sostanze contenenti amianto sono stati vietati nel nostro paese a partire dal 1992.

Oggi l’amianto può essere presente ancora in materiali utilizzati per la realizzazione di edifici o manufatti civili, militari o industriali. È tuttavia opportuno precisare che non è la presenza in sé dell’amianto ad essere pericolosa, ma sono determinanti le condizioni in cui questo materiale si trova. L’amianto infatti costituisce un rischio solo quando, per le sue condizioni di conservazione e per l’esposizione a vibrazioni o ad agenti atmosferici, può disperdere le sue fibre nell’ambiente circostante.

Nei casi in cui sia evidenziato un rischio per la salute delle persone dovuto alla presenza di amianto, è necessario procedere alla bonifica dei materiali.

Video in cui si parla del problema amianto a Bologna.

Bologna, manifestazione dei sindacati contro l’amianto: “E’ ancora dappertutto, anche nelle scuole”

A Bologna il 62% delle tubature idriche sono in amianto

Bologna è una città dell’EMILIA ROMAGNA che presenta una buona concentrazione di coperture in lastre di eternit contenenti amianto e di coibentazioni in amianto friabile presenti negli scantinati di molti edifici come rivestimento delle tubazioni degli impianti di riscaldamento.

Ogni territorio è soggetto a procedure imposte dagli enti preposti che elenchiamo per semplificarne le ricerche:

 

emilia romagna ASL smaltimento amianto

emilia romagna ASL smaltimento amianto

Area Vasta Emilia Nord

Area Vasta Emilia Centrale

Area Vasta Romagna

Le procedure in vigore da parte degli enti preposti prevedono delle azioni da conseguire per l’eliminazione dei pericoli prodotti da questo manufatto.

Tali azioni sono principalmente:

  • Mappatura dell’amianto presente sul territorio regionale.
  • Monitoraggio dei livelli di concentrazione delle fibre di amianto nell’aria.
  • Criteri per la valutazione del livello di rischio e l’individuazione delle priorità di bonifica.
  • Tutela sanitaria dei lavoratori che sono esposti e che sono stati esposti all’amianto.

Sospetta presenza di amianto nel suo immobile a Bologna ? che fare?

Per edifici di Bologna costruiti prima del 1994, occorre un po’ più d’attenzione, in caso di ristrutturazione, riparazione o lavori di risanamento è possibile ancor oggi riportare alla luce materiali contenenti amianto. Per questo motivo è fondamentale saper riconoscere i materiali contenenti amianto e sapere come intervenire se si sospetta la presenza di amianto. L’amianto non è ancora scomparso dalle case e dagli appartamenti; se in un edificio è presente del materiale contenente amianto, bisogna adottare adeguate misure per proteggere la salute degli occupanti da un’eventuale contaminazione. L’urgenza di una misura a tutela della salute si valuta sulla base di numerosi fattori per questa ragione, le valutazioni del caso devono essere svolte da personale qualificato e competente.