Incapsulamento amianto

Incapsulamento conservativo delle coperture in amianto

Questa è una tecnica che ha come obiettivo la bonifica temporanea delle lastre in cemento amianto al solo scopo di posticipare nel tempo l’intervento di rimozione.

Facile dedurre che questa tecnica non sia operativamente quella definitiva in quanto l’incapsulamento non preserva l’integrità del manufatto ma solamente la fuoriuscita di fibre nell’ambiente.

Per questa tecnica vengono fissati sulla copertura diversi strati di incapsulante di colore diverso il primo dal secondo in maniera che il secondo strato sia sufficientemente ricoprente facendo scomparire definitivamente il colore del primo strato..

Spesso, quando il manufatto ha una presenza in superficie di impurità evidenti( muschi e licheni ) si deve optare con una prima pulizia con acqua mediante pompe a bassa pressione e raccolta del fluido mediante passaggio nei canali di scolo in filtri adeguati che trattengano le fibre staccatesi dalla superficie trattata.

Va da sè che considerando anche le misure di sicurezza da adottare in ogni caso per la protezione dei lavoratori e, nel migliore dei casi, il semplice noleggio di autogru munita di cestello per l’operatore al fine di non dover calpestare a copertura i costi sono sicuramente impegnativi senza risolvere la problematica.

Inoltre se parliamo ad esempio di coperture con eternit a vista anche all’interno il processo deve attuarsi anche per l’intradosso andando a raddoppiare i costi.

rimozione amianto

Rimozione eternit e manufatti di amianto

Le normative attuali prevedono specifiche responsabilità e obblighi per i possessori o conduttori di edifici in merito alla presenza di amianto, che vanno dalla verifica e denuncia dell’eventuale presenza, alla corretta manutenzione e controllo, fino ai corretti metodi di rimozione e smaltimento.

La rimozione dell’amianto sicuramente è quella risolutiva in quanto si elimina il problema alla fonte e , nel prossimo futuro, per la proprietà non ci saranno più da gestire le procedure che le leggi impongono al proprietario come:

  • Nomina di un referente per monitorare tutte le attività svolte sui manufatti dell’edificio
  • Salvaguardare l’ambiente con ripetuti monitoraggi ambientali annuali.
  • Evitare dispersioni nell’ambiente circostante di fibra contenente amianto
rimuovere lastre di eternit in sicurezza

sovracopertura amianto

Sovracopertura con lastre metalliche

Questa tecnica viene realizzata andando a sovrapporre all’attuale copertura in eternit una nuova listellatura e una nuova copertura con lastre grecate metalliche.

Si tende ad usufruire di questo sistema quando la parte dell’intradosso è “confinata” ossia qualora le lastre di eternit non siamo a vista ma separate dagli ambienti sottostanti da falde in cemento o controsoffitti vari.

E’ una tecnica abbastanza costosa in quanto si deve in ogni caso bonificare la copertura in eternit, si deve inserire una nuova orditura su cui andare a fissare la nuova copertura, si deve aggiungere una nuova lattoneria ma sopratutto si deve allestire il cantiere in materia di sicurezza nella stessa maniera che lo si allestirebbe per una semplice rimozione dei amianto.